<<Pur essendo il palo eolico certamente funzionale al processo produttivo, è  indubbiamente una torre, spesso realizzata in cemento (o acciaio), ancorata al suolo in maniera stabile, e, quindi avente tutte le caratteristiche per essere definita “costruzione” e, come tale, debba essere valorizzata al fine di determinare la rendita catastale>>.

In questi termini, con la recente sentenza n. 4099 del 2019, si è espressa la Commissione Tributaria Provinciale di Palermo, uniformandosi all’antecedente sentenza n. 3729/2018, così accogliendo tutte le difese svolte in favore dell’Ente locale rappresentato e difeso da chi scrive, e respingendo il ricorso proposto da una società per la produzione ed erogazione di energia eolica.

Quest’ultima società, infatti, aveva impugnato l’avviso di accertamento emesso dall’Ente impositore per l’omesso o parziale pagamento dell’imposta IMU dell’anno 2017 (oltre sanzioni ed interessi per più di 80.000 euro) afferente il fabbricato e gli impianti eolici di proprietà della società ricorrente siti nel territorio di un Comune del Parco delle Madonie.

Nel proprio ricorso introduttivo, la società ricorrente ha sostenuto che il palo eolico assolve ad una mera “funzione di sostegno” dell’aerogeneratore, e che quindi non dovrebbe costituire elemento di valutazione ai fini della rendita catastale e della conseguente quantificazione dell’imposta IMU.

Di contro, chi scrive ha ribadito, a tutela e difesa dell’Ente locale convenuto, che il palo eolico è una componente essenziale e strutturale degli aerogeneratori, e che pertanto debba essere valorizzato nella determinazione della rendita catastale, così come già affermato dalla Suprema Corte e da varie Commissioni Tributarie italiane.

Infine, la Commissione Tributaria Provinciale di Palermo ha rigettato il ricorso, respingendo anche l’istanza di sospensione del procedimento avanzata dalla società ricorrente, dichiarando valido e legittimo, in ogni sua parte, l’avviso di accertamento emesso dall’Ente locale, con il conseguente diritto alla riscossione delle somme dovute da parte della società ricorrente.